Pritani, Gran Giurì e cittadini estratti a sorte

Uno degli istituti più innovativi che abbiamo previsto nella nostra proposta di legge di iniziativa popolare è quello dei pritani. Un gruppo di cittadini estratti a sorte, 19 nella nostra proposta, che possono esprimersi su un problema concreto tramite la proposta di un atto consiliare, per esempio un progetto di legge o una interrogazione, o giuntale, quale per esempio una delibera.

Tra gli esempi ispiratori che abbiamo citato vi sono quello canadese, dove cittadini estratti a sorte hanno scritto la legge elettorale dell’Ontario, legge che poi doveva essere posta a referendum popolare, le giurie cittadine sul trasporto pubblico di Hannover, e l’assemblea che ha redatto il progetto di nuova costituzione per l’Islanda.

Le recenti elezioni negli Stati Uniti, e l’attenzione generale, e permettetemi l’appunto, generalmente disinformata, mi solleticano a scrivere dell’istituto, principalmente californiano, del Civil Grand Jury. Chiunque sia appassionato del filone legale e poliziesco americano ha sicuramente sentito parlare del Grand Jury, normalmente tradotto come Gran Giuri, ma più correttamente dovrebbe essere Grande Giuria.
Il Grand Jury, opposto alla Petit Jury, che anche conosciamo dai film e telefilm americani, essendo la giuria popolare nei processi, è un organo che come la Petit Jury ha la sua origine nell’Inghilterra medioevale. Con qualche semplificazione, la grande giuria doveva, anche con poteri investigativi, determinare se una o più persone dovessero essere o meno sottoposte a processo. La piccola giuria invece, durante il processo, determinava se gli imputati fossero colpevoli o innocenti. Il termine grande e piccola deriva dalle dimensioni della giuria stessa, con il Grand Jury composto da un numero di giurati fino a 23, mentre la Petit Jury normalmente è di 12 persone. Tutti i componenti di queste giurie sono sempre estratti a sorte.
Come giuria di udienza preliminare in processi penali è rimasta sostanzialmente in uso solo negli Stati Uniti, mentre negli altri paesi, di common law è stata normalmente sostituita dall’udienza preliminare (preliminary hearing), cosa che come sappiamo abbiamo copiato anche noi nel nostro codice di procedura penale.
In California esiste da sempre una forma di Grand Jury che viene detta Civil Grand Jury. E’ una commissione a livello di contea, formata da 23 persone, che viene selezionata a caso da un gruppo composto da volontari e da persone indicate dai giudici della contea stessa. Ogni commissione dura un anno, dal 1 luglio al 30 giugno, e i suoi membri sostanzialmente lavorano a tempo pieno per tutto l’anno in questa commissione.
La sua funzione è quella di verificare il corretto funzionamento di tutte le istituzioni publiche della contea, inclusi i comuni che ne fanno parte. Ha potere di verifica e di controllo su come vengono spese le risorse pubbliche. Ha l’obbligo legale di verificare anche le condizioni di tutte le prigioni della contea. Può scegliere a discrezione dei membri su cosa investigare, e riceve anche le lamentele dei cittadini, avendo il potere di agire per eventualmente proporre rimedi. Si può avvalere anche di consulenti tecnici esterni per condurre le investigazioni. I lavori di questa commissione sono riservati, anche per proteggere l’anonimato di chi eventualmente denunciasse dei pubblici ufficiali, ma redige dei rapporti che sono pubblici.
Ha l’obbligo di redigere almeno una relazione sui suoi lavori durante l’anno, ma potrebbe farne anche più d’una. Normalmente queste suggeriscono anche modifiche a procedure, progetti o organizzazione pubbliche, che poi spetta a ciascuna autorità implementare.
Volendo fare un parallelo con la nostra situazione, ha funzioni che da noi sono svolte dal difensore civico, dal garante dei detenuti e dalla sezione di controllo della Corte dei Conti, ma anche con i poteri di investigazione della procura generale di quest’ultima. Chi volesse approfondire può partire da questa pagina della Contea di Los Angeles, sempre per collegarsi ai polizieschi hollywoodiani.

Advertisements

One thought on “Pritani, Gran Giurì e cittadini estratti a sorte

  1. Pingback: Inizio della trattazione del disegno di legge di iniziativa popolare in materia di mobilità sostenibile: le osservazioni di Più Democrazia in Trentino | Più Democrazia in Trentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...