Rovereto di nuovo alle prese con il dilemma del quorum

quorumzero roveretoPer la terza volta in 7 anni il Consiglio comunale di Rovereto discute sull’opportunità di eliminare il quorum di partecipazione ai referendum. Nel gennaio 2013 (giunta Miorandi) la discussione fu generata da una proposta di delibera popolare a prima firma di Paolo Michelotto mentre nell’ottobre del 2009 (giunta Valduga senior) furono 3.690 (l’83% dei votanti) i cittadini a votare favorevolmente alla consultazione referendaria per l’abolizione del quorum.

Questa volta (giunta Valduga junior) la discussione è stata invece imposta dall’obbligo di recepire la legge regionale 11/2014 che fissa un quorum massimo del 25%. Il punto di partenza è il quorum al 31% attualmente previsto a Rovereto, il quale corrisponde alla metà più uno dei votanti alle ultime elezioni del consiglio comunale (Regolamento informazione e partecipazione – Statuto comunale).

20160301_M5S PD Verdi_quorum zeroLa proposta di delibera elaborata dalla commissione statuto e votata favorevolmente da una rappresentanza trasversale a minoranza e maggioranza di governo propone l’abolizione definitiva del quorum.

I tre voti favorevoli che hanno portato la proposta di delibera quorum zero in consiglio sono arrivati da Ruggero Pozzer dei Verdi, Paolo Vergnano del M5S e Fabrizio Gerola del PD. L’inghippo, se così si può definire, è che la maggioranza che fa capo al Sindaco Valduga è contraria ed ora la volontà è quella di ribaltare il contenuto della proposta nell’aula consiliare.

20160302_titolo secolo trentinoLa proposta di delibera ha dato luogo ad una lunga discussione consiliare che si è sviluppata nell’arco di circa tre ore senza però arrivare a definire un punto di caduta fra le diverse posizioni. Numerosi emendamenti, di cui una cinquantina proposti da Vergnano, hanno infine fatto rinviare la decisione finale a lunedì 7 marzo (inizio seduta ore 19.00).

In questi giorni la stampa locale ha dato ampio risalto alla vicenda con una serie di approfondimenti che hanno tenuto in considerazione anche punti di vista esterni al Consiglio, incluso quello dell’associazione Più Democrazia in Trentino, la quale, naturalmente, si è schierata a favore dell’abolizione definitiva del quorum.

Approfondimento:
Gli statuti comunali di Rovereto e di Lugano. Una breve comparazione dei diritti di iniziativa popolare – di Stefano Longano

Rassegna stampa febbraio-marzo 2016:

20160227_Rovereto a quorum zero 20160229_quorum zero_civici dicono no 20160301_quorum zero_proposta populista 20160301_pronta invasione piazza Podesta 20160302_SecoloTrentino_statuto Rovereto 20160302_cittadini a palazzo per quorum zero 20160302_azzeramento quorum possibile 20160303_Rovereto_quorum zero non arriva 20160303_referendum per referendum

Advertisements

One thought on “Rovereto di nuovo alle prese con il dilemma del quorum

  1. Pingback: Relazione attività sociale – anno 2016 | Più Democrazia in Trentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...