Un’opportunità per migliorare la democrazia

Il Trentino-Alto Adige Südtirol ha l’opportunità di diventare la prima Regione italiana a legiferare ponendo rimedio alla violazione dei diritti politici rilevata dal Comitato dei Diritti delle Nazioni Unite. Un’occasione preziosa per qualificare la nostra autonomia.

Si aprono questa mattina i lavori del Consiglio regionale: all’ordine del giorno le modifiche alla legge elettorale in vista delle elezioni amministrative, rimandate in maggio a causa dell’emergenza Covid-19 e ri-programmate in settembre.

L’intervento sulla legge elettorale apre una finestra importante sulle procedure operative collegate alle modalità di esercizio del voto: da un lato c’è la necessità di ragionare su come garantire in sicurezza l’esercizio del voto nel caso in cui dovesse ripresentarsi una situazione sanitaria complessa, dall’altro c’è l’opportunità di porre rimedio alle violazioni denunciate dal Comitato dei Diritti Umani delle Nazioni Unite nel novembre scorso – ne abbiamo parlato qui.

Sono due le misure, concrete, che permettono il rispetto dei diritti politici dei cittadini:
1. eliminare l’obbligo di autentica, permettendo a chi raccoglie le firme di dichiararne l’autenticità;
2. permettere ai comitati promotori di referendum di scegliere propri autenticatori tra tutti i cittadini che possiedono i requisiti per svolgere ruolo di pubblico ufficiale nei procedimenti elettorali.

Ieri mattina, 16 giugno, abbiamo trasmesso via pec a Roberto Paccher, Presidente del Consiglio regionale, una lettera aperta su questi temi.
Abbiamo rivolto un invito accorato e determinato all’assemblea regionale, affinché operi e si adoperi in concreto per restituire ai cittadini i diritti politici da lungo tempo negati.
La lettera, trasmessa ai principali media regionali, è disponibile in calce.
Nel momento in cui scriviamo, non abbiamo riscontro sul fatto che la lettera, come da nostra richiesta, sia stata recapitata a tutti i consiglieri regionali.

L’iniziativa di Più Democrazia in Trentino dell’Associazione si affianca all’attività politica svolta dal socio Alex Marini in Consiglio provinciale e regionale. Il Consigliere ha preparato il campo predisponendo 2 proposte di ordine del giorno, che hanno trovato il sostegno di Diego Nicolini, Lucia Coppola e Riccardo Dello Sbarba: (i) raccolta delle sottoscrizioni delle iniziativa in modalità elettronica (vedi qui), (ii) voto per corrispondenza (vedi qui).

Oggi, 17 giugno 2020, potrebbe essere un giorno importante, per la democrazia e per la nostra Regione, che da sempre ambisce a essere esempio di buone pratiche politiche, democratiche e amministrative. Noi continuiamo a volerlo. Ci auguriamo che anche i Consiglieri regionali lo vogliano.

LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

2 pensieri su “Un’opportunità per migliorare la democrazia

Rispondi a Maria Larcher Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...