3 aprile: Più Democrazia in Trentino a Villa Lagarina

Tu Eliges - dal sito http://cdn.20minutos.es/img2/recortes/2011/06/17/23604-356-454.jpgSi riunisce il comitato civico Più Democrazia in Trentino

Mercoledì – 3 aprile 2013 – ore 20.15
presso
Aula 3 – Municipio di Villa Lagarina
c/o Piazzetta Dott. Enrico Scrinzi, 3
38060 Villa Lagarina

L’incontro come al solito è aperto al pubblico ed a tutti coloro che desiderano parteciparvi.
Lo scopo della serata è fare il punto sull’iter legislativo del ddl di iniziativa popolare n.328/XIV e sulle possibili strategie da seguire.

Dopo la presentazione del disegno di legge che ha avuto luogo a settembre, il 26 marzo ’13 la Prima Commisione si è riunita per una seduta interlocutoria e di programmazione insieme ai rappresentanti di Più Democrazia in Trentino. Il punto 5 dell’ordine del giorno era il seguente:
esame dei seguenti disegni di legge:
a)   n. 233 “Modificazioni della legge sui referendum provinciali” (proponenti consiglieri Civettini, Penasa, Savoi, Filippin, Casna e Paternoster);
b)   n. 297 “Modifica dell’articolo 12 della legge sui referendum provinciali” (proponenti consiglieri Filippin, Savoi, Civettini, Casna, Penasa e Paternoster);
c)   n. 98 “Modificazioni della legge sui referendum provinciali” (proponenti consiglieri Zeni, ex consigliere Kessler, Civico, Cogo, Dorigatti, Ferrari e Nardelli);
d)   n. 222 “Abrogazione del quorum referendario: modificazioni della legge sui referendum provinciali” (proponenti consiglieri Cogo e Firmani);
e)   n. 305 “Sostituzione dell’articolo 6 della legge sui referendum provinciali” (proponenti consiglieri Cogo, Civico, Zeni, Rudari, Nardelli e Ferrari);
f)   n. 328 “Iniziativa politica dei cittadini. Disciplina della partecipazione popolare, dell’iniziativa legislativa popolare, dei referendum e modificazioni della legge elettorale provinciale” (primo firmatario signor Alex Marini);
g)   n. 330 “Nuovi strumenti di partecipazione dei cittadini e di democrazia diretta” (proponente consigliere Bombarda);

I consiglieri provinciali Civettini e Penasa (Lega Nord) dopo aver concordato le audizioni per i ddl n.233 e n.297/XIV, i quali seguirano un iter esclusivo ed indipendente essendo già stati calendarizzati per la seduta del Consiglio Provinciale del 22 e 23 maggio, hanno lasciato l’aula. Sono rimasti in aula i consiglieri Anderle, Borga, Firmani, Savoi, Bombarda, Zeni e Dallapiccola. I consiglieri provinciali presenti hanno preso atto della nostra proposta di convocare in audizione una serie di esperti in tema di democrazia diretta (lettera del 5 gennaio ‘13).

Il cons. prov. Renzo Anderle, in qualità di Presidente della commissione, ha dichiarato la sua disponibilità nei nostri confronti per facilitare le audizioni ed assicurarsi che il ddl venga discusso con la dovuta attenzione. Inoltre si è preso l’impegno di chiedere al Presidente del Consiglio Provinciale, cons. prov. Bruno Dorigatti, di mettere a disposizione della commissione i fondi necessari per garantire la presenza di alcuni fra gli esperti proposti dal comitato: Gebhard Kirchgässner, Matthias Benz e Alois Stutzer, Andreas Gross, Barbara Perriard e Bruno Kaufmann. Noi ci occuperemo di contattarli affinché alcuni di loro possano essere ascoltati in una delle sedute della Prima Commissione.

In aggiunta alla rosa di nomi già indicata abbiamo suggerito un ulteriore nominativo. Si tratta del Presidente della Commissione di Venezia del Consiglio d’Europa, Gianni Buquicchio (scarica cv). La Commissione di Venezia (per esteso Commissione europea per la Democrazia attraverso il Diritto) nasce da un Accordo Parziale Allargato del Consiglio d’Europa istituito nel 1990 su iniziativa italiana. La sua funzione è di assistere gli Stati nel consolidamento e rafforzamento delle istituzioni democratiche. Fra le altre cose nel marzo del 2007 la commissione di Venezia ha approvato il Codice di buone prassi in materia di consultazioni referendarie, una serie di raccomandazioni in tema di referendum che validano oltre ogni ragionevole dubbio i principi contenuti nel ddl n.328/XIV e che i consiglieri provinciali dovranno necessariamente prendere in considerazione.
Versione integrale del CODE OF GOOD PRACTICE ON REFERENDUMS.

Il calendario periodico delle sedute delle commissioni per aprile-giugno 2013 prevede che la Prima Commissione si riunisca le seguenti date: 4, 9, 18 e 30 aprile, 30 maggio e 4 giugno. Verosimilmente la discussione dell’articolato del ddl 328/XIV non inizierà prima della seduta del 30 aprile. Per questa ragione e per ovvie motivazioni logistiche, e in accordo con il Presidente dell’Istituto Europeo per il Referendum e l’Iniziativa, Bruno Kaufmann, il nostro sforzo sarà quello di coordinare la presenza degli esperti in occasione della seduta del 30 maggio. In questo modo ci sarebbe il tempo per pianificare le audizioni ma soprattutto il tempo necessario affinché i consiglieri leggano il ddl, né comprendano i principi e accrescano la conoscenza in tema di democrazia diretta per poter affrontare consapevolmente la discussione.

Ricordiamo infine, come di comune accordo con gli altri due relatori (il sottoscritto e Stefano Longano), Cristiano Zanella si è dimesso dall’incarico di relatore al fine di evitare che l’iniziativa popolare fosse percepita dai consiglieri come un’iniziativa partitica e strumentale. Cristiano infatti è stato candidato al Senato per il Movimento5Stelle alle ultime elezioni politiche ed è già al lavoro per le prossime elezioni provinciali. Cristiano continuerà in ogni caso ad appoggiare l’iniziativa. In particolare si troverà nella condizione di agevolare il supporto che potrebbe arrivare da un membro costituente del nostro comitato, Riccardo Fraccaro, il quale è da poche ore membro della commissione affari costituzionali della Camera dei Deputati.

Tra le figure istituzionali che ci appoggeranno ci sarà naturalmente anche quella del cons. prov. Roberto Bombarda, anch’egli membro costituente del nostro comitato, il quale tra le altre attività ha presentato un ddl parallelo, il n°330, allo scopo di avere la garanzia che la discussione arrivi in seno al Consiglio Provinciale.
Articolo sul Giornale online del Consiglio Provinciale di Trento

Annunci

3 thoughts on “3 aprile: Più Democrazia in Trentino a Villa Lagarina

  1. There are always people who believe democracy is unattainable, or that it is an unreachable goal, but we the people belive in the cause and will continue to meet as a grassroots style and continue to gain ground. Thanks to all those who have shown support of the Pui democrazia in Trentino! Grazie

    Mi piace

  2. Pingback: Lettera ai consiglieri provinciali | Più Democrazia in Trentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...