Noi ci crediamo, noi non ci arrendiamo, noi andiamo avanti.

In Trentino Alto Adige-Südtirol la XVI legislatura si apre sotto i migliori auspici per chi, come noi, crede che #unademocraziamigliore sia indispensabile e possibile. 

In una manciata di giorni abbiamo registrato segnali interessanti, sia in Trentino che in Alto Adige-Südtirol.

In Trentino il Consigliere provinciale Alex Marini, fondatore e past President della nostra Associazione, ha (ri)presentato, come primo firmatario, il DDL sulla democrazia diretta e deliberativa.
Il Disegno di Legge (2/XVI) è stato sottoscritto da (quasi) tutte le minoranze consiliari: il Partito Democratico Trentino infatti ci sta ancora pensando, con l’usuale calma. Ha bisogno di più tempo per capire se sostenere o meno l’iniziativa.
Sostegno è arrivato invece da Walter Kaswalder, esponente di maggioranza, successivamente eletto Presidente del Consiglio Provinciale – un ruolo che conferisce valore particolare al sostegno.
Si ricomincia dunque. Da 3 però, e soprattutto (anche) da altra posizione.
Altri dettagli sul Giornale dell’Ufficio stampa del Consiglio provinciale

In Alto Adige-Südtirol la nuova legge sulla democrazia diretta, varata nel luglio scorso, ora è operativa. Vigono nuove regole in Provincia di Bolzano, regole che contribuiscono a democratizzare l’approccio alla politica fin qui conosciuto.
Con l’introduzione del vero referendum confermativo d’ora in poi gli aventi diritto al voto potranno controllare in modo diretto l’attività del Consiglio provinciale; i Rappresentanti dovranno perciò tenere sempre presente che – se i cittadini lo vorranno – le leggi varate dall’Assemblea potranno essere sottoposte a referendum prima di entrare in vigore. Anche l’accessibilità allo strumento è migliorata: il quorum è sceso dal 40% al 25%. Ancora: i cittadini potranno, per via referendaria, introdurre su propria iniziativa una nuova legge; e potranno modificare o abrogarne una esistente.
Inizia una nuova era.
L’Iniziativa per Più Democrazia, nostra Associazione sorella, attiva in Alto Adige-Südtirol, è sempre al lavoro.
Leggi La nuova legge in sintesi

Nel mentre tutto ciò avanzava, Più Democrazia in Trentino ha lanciato una propria petizione: chiediamo al Consiglio della Provincia di Trento di portare subito in aula almeno la proposta minimale negoziata negli ultimi giorni della scorsa legislatura.
Un piccolo strumento quella della petizione; ma è importante far sentire che ci siamo e che non ci arrendiamo. Quindi firmatela e fatela firmare a quante più persone possibile. Potete sottoscrivere on line oppure stampare i moduli e raccogliere le firme.
Informati sulla petizione #unademocraziamigliore e sottoscrivila.

I tempi sono difficili, la situazione politica è complessa e delicata.
Ovunque, non solo in Trentino Alto Adige-Südtirol.
Noi però scegliamo di restare concentrati sulla nostra “missione”, consapevoli dei nostri limiti, ma convinti che la nostra visione della democrazia possa contribuire a fare la differenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...