Trento. Norme d’uso per i referendum comunali

mappa adesioniL’associazione Più Democrazia in Trentino esprime soddisfazione sul fatto che la democrazia diretta sia oramai una proposta trasversale agli schieramenti politici anche per le imminenti elezioni comunali. Sottolinea altresì con preoccupazione la conoscenza sommaria e grossolana in materia da parte di alcuni amministratori. Il riferimento d’obbligo è alle dichiarazioni di Alessandro Andreatta al Corriere del Trentino in data 22 aprile. Il sindaco di Trento ha infatti affermato che “nel 2012 sul tema si è espresso il Consiglio comunale, bocciando la soluzione quorum zero perché non giuridicamente sostenibile, ma approvando una riduzione del quorum al 30% contestualmente a un aumento delle firme richieste per l’indizione della consultazione”.

Non capiamo da dove provenga questa convinzione, quando la stessa Corte Costituzionale nel 2004 (sentenza 372/2004) ha detto che gli enti locali sono liberi di disciplinare questi strumenti come meglio ritengono, senza dover avere a riferimento quelli previsti a livello nazionale. Inoltre la Commissione di Venezia, nel codice di buona condotta sui referendum, ha esplicitamente raccomandato l’eliminazione di ogni quorum nei referendum. E del codice è raccomandata l’immediata applicazione da parte del Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa, che rappresenta regioni e municipalità.

Infine il nuovo Consiglio Comunale di Trento entro il 10 dicembre di quest’anno dovrà abbassare comunque il limite del 30%, in quanto la legge regionale del 9 dicembre 2014 n. 11 prevede che il quorum nei comuni sopra i 5.000 abitanti non possa essere superiore al 25%. Non è una scelta, e un obbligo di legge. Noi speriamo che con l’occasione il Comune di Trento si allinei agli standard europei di democrazia abrogandolo completamente.

Comunicato del 23 aprile 2014 – Direttivo associazione Più Democrazia in Trentino
20150422_referendum zero piace_2

 

Annunci

2 thoughts on “Trento. Norme d’uso per i referendum comunali

  1. Pingback: La cronaca dell’iniziativa comunale «Quorum Zero Trento» | Più Democrazia in Trentino

  2. Pingback: La cronostoria della proposta di modifica dello Statuto di Trento | Più Democrazia in Trentino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...